martedì 10 settembre 2013

ROBA CHE SCOTTA

Ciao. Una settimana fa sono rientrata dalle ferie.
Durante queste ferie ho imparato a disegnare, inchiostrare e colorare ed ho visto tutta la ultima stagione dei Sopranos.
Ciò significa che in un certo senso ho cazzeggiato, lo ammetto.

La scorsa settimana su disagioproduction.wordpress.com
è uscito l'ottavo episodio della Necropanda.

(cliccate sulla prima tavola per leggere l'episodio)

Poi è partito il crowdfunding di Mammaiuto.



Questo è il video.
Il progetto "dal web alla carta" ha come scopo la pubblicazione di due libri.
Uno è Mooned-l'amore immobile di Lorenzo Palloni.
L'altro è I diari della Nuke, cioè la raccolta di tutti i miei Diari, usciti su Mammaiuto
con l'aggiunta di extras stupidini e colorati come piacciono a noi.
E a proposito di Diari: stanno per finire.
Qualche giorno fa ho scritto quello che sarà l'ultimo episodio.
Mi si spezza il cuore, ma uno deve capire quando fermarsi, perché insomma, parliamoci chiaro: 
di tazze e piedi ne ho disegnati abbastanza, non mi va di ripetermi. 
Sono dell'opinione che tutte le serie, specie quelle che funzionano (e i Diari hanno inaspettatamente funzionato) devono fermarsi prima o poi. 
Che poi vabbè, sicuramente ogni tanto avrò bisogno di somatizzare le mie frustrazioni e le mie lagne in qualche modo, e Mammaiuto mi ha dimostrato affetto nel distribuirmi aggratis, 
mentre lo psicologo costa, si sa.

Ma come sono nati i diari?
A dicembre mi giravano le palle. 
Volevo scappare e quindi sono andata a Bologna, che è sempre un bel posto dove andare 
quando hai voglia di piangere e bere tè.
Mentre ero sul treno Prato-Bologna, ho scarabocchiato qualcosa sullo sketchbook 
e l'ho messo su facebook.
Il vice-presidente Trinchero lo ha visto e mi ha proposto di scrivere meglio quegli appunti e di farne altri, perché potevano piacere. Boh, ho pensato, perché no? Di cose da dire su di me ne ho. 
Pensavo che i fatti miei non interessassero a nessuno, e invece ho ricevuto un sacco di affetto e pacche sulle spalle anche da gente mai vista né conosciuta.
Forse perché, per quanto ci sentiamo speciali e unici, i nostri problemi sono davvero i problemi di tutti. 
Tutti stiamo sul divano a piangere, tutti in un modo o nell'altro scappiamo di casa a volte. 
Tutti abbiamo avuto amori finiti e parenti che non ci capiscono. 
Nell'ultimo pubblicato sul sito parlo della crisi dei 30.
(cliccate sulla vignetta per leggere l'episodio)

Infine vi parlerò di "Muri", il progetto scritto dal presidente di Mammaiuto Samuel Daveti (Ostello Maraviglia e Un lungo cammino) e disegnato da me.
Uscirà entro fine mese sul sito (sto finendo di colorare il primo capitolo).


Pochi mesi fa Sam mi ha contattata inviandomi il pdf di una cosa che aveva scritto tempo fa.
"Leggila" mi ha detto "e vedi se riusciamo a farci un fumetto".
Ho divorato quel centinaio di pagine in una notte e già al primo capitolo avevo deciso che sì, 
riusciamo a farci un fumetto.
Vi "spoilero" una piccolissima cosa: il protagonista ha veramente un pessimo carattere. 
E io mi sono ritrovata tantissimo in questa cosa qui. 
Poi siccome mi piace molto complicarmi la vita, e in quel periodo stavo imparando ad usare gli acquerelli, 
ho deciso di farlo tutto a colori. 

Mi piazzo davanti alla mia finestra, guardo i pioppi che ondeggiano e sento i polli che chiocciano, e tutto questo oltre ad essere molto romantico è anche molto terapeutico. 

Poi avrete capito che adoro disegnare le frustrazioni umane, e qui ce ne sono a tonnellate. 
La cosa difficilissima è riuscire da essere un buon tramite, di sapervi trasmettere tutte le emozioni belle e l'angoscia che ho sentito io leggendo quel famoso pdf.

Insomma per farla breve: questo debutto mi sta facendo venire la caghetta.


P.S. QUESTO WEEKEND SONO A PRATO ALLA FIERA FUMETTO CON LA DISAGIO. VENITECI A TROVARE.






martedì 30 luglio 2013

VACANZE LAVORATIVE


Ad agosto i web-comics vanno in vacanza. I web-fumettisti invece ne approfittano per lavorare alle cose nuove senza l'ansia della consegna ogni due settimane.



Per quanto riguarda la Necropanda lavorerò ai prossimi due episodi (e qui la cosa è semplice)


(cliccare sull'immagine per leggere tutti gli episodi)

Per i Diari il discorso è più complesso, ma per sapere di cosa sto parlando dovrete aspettare un altro po', cioè Settembre. Per ora sul sito vi ho salutati così:
(cliccare sull'immagine per leggere tutti gli episodi)

Sempre a Settembre e sempre su Mammaiuto, potrete leggere una cosa che mi sta prendendo molto,
disegnata da me e scritta dal presidente Daveti (di cui intanto potete leggere l'Ostello Maraviglia disegnato da lui e Un Lungo Cammino disegnato da Palloni e Frnk)


(poster ad opera del Trinchero)

Nel frattempo volevo parlarvi del mio progetto parallelo: ho fondato una scuola.
In un momento di cazzeggio è nata l'Ecole International du Garrel, che non sembra ma è un'accademia serissima.
Io sono la preside, la Came è la vice preside e Tark è professore di ruolo.
Attualmente è in atto il corso di ammissione, che consiste in un disegno del nostro modello Louis Garrel, sempre con noi grazie a Google Immagini. 
Possono partecipare sia i disegnatori che i non disegnatori, professionisti ed esordienti.
L'importante è cogliere il ciuffo, il naso, la spocchia ed i nei.

A presto quindi con tante cosine belle.

giovedì 27 giugno 2013

UNA SETTIMANA INTENSA

Questa è stata la settimana delle uscite, quindi ne approfitto per aggiornare questo povero blog.

Sul sito della Disagio Production è uscito il nuovo episodio della Necropanda.

Un paio di note sull'episodio 006.
Le immagini della colonia sono del posto dove lavoro, dove sono felice di lavorare perché è proprio la location che mi serviva (è tipo un'area 51. Loro dicono che non studiano gli alieni...ma a chi la vogliono raccontare!)
Mentre le immagini della città bombardata sono prese dal terremoto de L'Aquila.

Questa è una cosa voluta, uno degli omaggi di vario tipo che ho scelto di mettere all'interno del fumetto. 

(cliccare sull'immagine per continuare a leggere)

E poi su Mammaiuto è uscito il nuovo diario.
Stavolta è un episodio avvincente, ve lo giuro.
Viaggi nel tempo, strane escrescenze misteriose, ospiti indesiderati da un passato lontano, 
strane presenze in contemporanea nella stessa stanza, allucinazioni e cotone rosa!

(cliccare sull'immagine per continuare a leggere)

Altre novità:
il 12-13-14 Luglio con Mammaiuto siamo a La Spezia al Toner, un evento organizzato dallo Spazio Boss.
E per l'occasione, cari affezionati e care affezionate, ristampiamo non solo il bellissimo Mooned 1 del buon Palloni, ma anche <rullo di tamburi> Red! Quindi chi se lo è perso se lo può accaparrare tra meno di un mese!



E poi niente, vi volevo dire che mi sono imbarcata, sempre in settimana (ve lo avevo detto che è stata intensa), in un progetto segretissimo e bellissimo che mi sto divertendo molto a fare. 
Essendo segretissimo non posso dirvi niente né farvi vedere niente, ma è un progetto molto impegnativo e molto intenso. La mia reazione, appena mi hanno sottoposto la cosa, è stata: "Ecco. Queste son le cose che voglio disegnare." 
Quindi dato l'entusiasmo appena saremo pronti a spifferare sarete i primi a saperlo. 






domenica 26 maggio 2013

COME VIVERE FELICI IN CAMPAGNA - STEP 1





Ho il mignolo del piede sinistro gonfio e dolorante.
In caso di puntura con tale bestia infernale: Gentamicina e Betametasone, ghiaccio e, se vi sentite la gola strana o la febbre correte al pronto soccorso.


Puttane.



giovedì 2 maggio 2013

LA HOLGA


Sto scrivendo, a rilento, una cosa che mi piace molto.

E nel frattempo cerco di capire cosa sono gli acquerelli, come si usano, perchè si usano.

martedì 23 aprile 2013

LA NECROPANDA 003 - LUCERTOLE E TACHIPIRINA

La scorsa settimana niente Necropanda, mi dispiace.
Avevo la tendinite acuta, come avete potuto leggere dal precedente post.
Questa settimana però eccovela: finalmente la vedete.
La protagonista del postapocalittico! La salvatrice degli appestati!
In più nuovo personaggio: il povero Martino. Già gli si vuol bene.

(cliccare sull'immagine per leggere l'episodio)

domenica 14 aprile 2013

TENDINITE ADDICTED


  

Comunque domani esce il nuovo diario su Mammaiuto.it
Quello che mi ha portata alla rovina! Non mancate!


giovedì 4 aprile 2013

I DIARI DELLA NUKE 08

Stanotte ho dormito tre ore. 

Dovevo finire di disegnare il nuovo Diario per Mammaiuto.it e a dir la verità avevo finito un po' prima delle
tre di notte, ma ero stata a cena dalla mia amica Came, che mi aveva regalato un coniglio di cioccolato.

Gli ho staccato le orecchie all'ora dell'aperitivo ed ho trangugiato le zampe come spuntino di mezzanotte.

Ed ho scoperto così che troppa cioccolata o una tazza di caffè sono praticamente la stessa cosa.

E' che mi sono dimenticata di comprare il gelato, perchè sennò volendo la vodka ce l'avevo pure.


(cliccate sull'immagine per leggere il fumetto!)

martedì 2 aprile 2013

LA NECROPANDA 002


Secondo episodio della Necropanda.

E' doveroso ringraziare il Fonta per avermi aiutato a pensare questo episodio, 
e in effetti molti dettagli della storia.

Scrivere questo fumetto mi sta piacendo molto.
Mi piace parlare di cose e persone che fanno schifo, mi piace descrivere il marcio interiore, 
e mi diverte disegnarne quello esteriore.

Come ho già spiegato è tutto improvvisazione, ma nelle ore interminabili che sto 
passando in macchina sto cominciando a capire cosa dovrà succedere, e 
alcune cose saranno molto difficili (per me, dico) da vedere.

Una volta mi è stato dato un compito difficile: fare una storia breve su qualcosa 
che mi turbava e tormentava. Mi spiazzò questa cosa. Perché avrei dovuto farlo?
Non volevo, e mi sembrava inutile e stupido.
Ma lo feci, e da allora lo faccio ogni volta.
Anche quando vi racconto le cose carine e colorate, sappiatelo.


(cliccare sull'immagine per continuare a leggere)

giovedì 21 marzo 2013

CRISI MISTICA

Come avevo annunciato due post fa: non è un momento facile.
Stanno succedendo centomila cose al minuto 
e devo dire che non sono proprio preparatissima su tutto.

Alla fine si tratta solo di riconoscere i propri limiti e lavorarci su, 
sperando che non siano effettivamente cose irraggiungibili come sembrano.

Magari non c'è neppure niente di reale su cui accartocciarsi, 
però sono convinta che le crisi portano tutte da qualche parte. Sono un 
mezzo per raggiungere una consapevolezza in più, quindi l'unica cosa 
che si può fare è usarle fino in fondo.

(cliccare sull'immagine per continuare a leggere)






martedì 19 marzo 2013

LA NECROPANDA

Ci siamo. 
Il primo episodio della mia nuova serie a fumetti è online.
Si trova sul blog della Disagio Production, appena nato, che promette tante serie cariche di mal di vivere e di disadattati sociali.

Dunque. Parliamo di questa Necropanda.

Innanzitutto esiste davvero una panda battezzata così, non ho inventato niente di nuovo.
Anzi vorrei fare un annuncio: proprietario della vera Necropanda (Pisa), palesati che voglio dirti quanto sei genio. Oppure no, che poi magari mi chiedi i diritti.


Nel primo episodio ancora non si vede, quindi ne parlerò più avanti per non spoilerarvi nulla, che mi dicono essere antiproduttivo, ma essa è la protagonista effettiva della serie, non quei tre debosciati che vedete.
E no, non è il mio pandino (qualcuno me lo ha chiesto).

Pensandoci è presto per dirvi qualsiasi cosa, quindi vi parlerò di noiosissime cose tecniche e stilistiche.

Il tono narrativo lo avete capito da soli: ratti, vermi, cadaveri orripilanti, zozzume, persone terribili che dicono e fanno cose vergognose. 

Io quei tre personaggi che sono nel primo episodio (ma ce ne saranno altri) li amo che non avete idea. 

Questo fumetto è uno sfogo bello e buono, ed un omaggio allo splatter e al pulp, due generi che adoro tanto quanto le commedie romantiche con Hugh Grant. 
Qui dentro ci metto tutto lo schifo umano che riesco ad immaginare, e tanti riferimenti alla mostruosità reale che osservo.

La storia esiste solo in modo molto abbozzato, e quindi il mio esperimento (vabbè torno a dire che non ho inventato nulla, quindi parlo di esperimento personale) è l'improvvisazione. 
Conosco le vicende a grandi linee, quelle più importanti, ma per il resto ne so quanto voi, e quindi lo leggeremo insieme, in pratica. 

Della storia ne ho parlato allo sfinimento con un sacco di persone diverse, fumettisti, non-fumettisti, gente simpatica che mi ha detto brava e gente antipatica che mi ha detto "è solo un'ambientazione, non una storia". 
Gli amici più simpatici di tutti ogni tanto mi chiedevano notizie. Qualcuno su Spotify ha creato addirittura la playlist "necropanda". 


Siete tutti stronzi, ho un'ansia da prestazione addosso che mi distrugge.




Insomma. Dopo avervi abituati ai Diari, colorati, carini, dolci e simpatici, vi sparo lì il mio lato cattivo, brutto e puzzolente. Godetevelo.



venerdì 15 marzo 2013

AREZZO, AMERICA, EMPOLI

Già, ho detto America.
Sto lavorando ad un progetto supersegreto di cui non posso dire niente, sennò mi licenziano.
Si può dire che c'entra il Comicon di San Diego? 
Ok ok non dico altro lo giuro.
Vi faccio vedere un paio di vignette prese dalle prime tavole.



Come vedete non c'entra nulla con quello che faccio di solito. 
(Non è hipster!)
Mi sto divertendo tantissimo a farlo, mi serve molto come esercizio, visto che di solito uso soluzioni facili facili da culopeso.
Non si può dire? Devo dire che son scelte stilistiche?
Lo sono, ve lo giuro, però è anche comodo. 
Questo invece è difficile, mi fa una fatica immensa trovarmi un foglio bianco non di carta davanti, innanzitutto. E mi fa strano non riconoscermi nei disegni, e mi fa strano vedere un tratto così pulito (questo più di tutti). 
Ma quando uscirò dal tunnel sarò una Nuke migliore, più bella, più international.
Poi se mi dice bene supererò anche la paura di volare. 
Ok mi fermo, giuro.
Colorerò anche, poi vi faccio vedere.
Altra cosa che serve molto come scuola è che è un progetto nato sotto consegna, 
quindi sarà tutto un quasi-buona-la-prima. 

Ok bene, parliamo d'altro.

QUESTO SABATO SONO AD AREZZO
ALL'INFORMAGIOVANI
Se ci arrivo, visto che vado col pandino.

Espongo le tavole originali di Red, e mi intervisteranno, dando al pubblico presente la possibilità di fare domande. 
Se venite siate clementi, o se volete fare i simpaticoni mettendomi in difficoltà, 
siate almeno creativi.
Et voilà la locandina.


E qualche tavola incorniciata


Infine sto facendo piani con la Disagio Production per questa fantomatica sorpresa che prima o poi, 
siate fiduciosi, arriverà.
Altrimenti potete tirarci uova marce al Ludicomix di Empoli che ci sarà il 13 e il 14 Aprile.
Il mio ruolo nella Disagio è presto detto: sgridare gli altri che non lavorano e poi uscirmene con un disegnino fatto in tre secondi in pausa caffè al lavoro.
Ve lo faccio vedere perché (ve lo spiegherò in altra sede) rappresenta ciò che cccioè 
sto tipo provando in questo periodo di crisi mistica interiore.
Poi vabbè è coloratino bellino con gli occhini a puntino, e lo so che vi piacciono queste cose, 
conosco i miei polli.







venerdì 8 marzo 2013

I DIARI DELLA NUKE





Da dicembre sono entrata a far parte degli autori di un sito per gentegggiusta che si chiama Mammaiuto punto ittì.
Pubblico i miei diari che, come ogni diario che si rispetti, raccontano solo cose vere, senza barare.

Il primo episodio è stato fatto direttamente su un blocco da disegno pulciosissimo, carta riciclata e anelli (che ho lasciato nella scansione).
Poi abbiamo deciso di alzare un po' il tono, usando fogli veri e colori definibili tali.
Ogni episodio è disegnato con una dozzinale penna bic nera e colorato con gli ecoline, cosa che mi lascia la libertà che avevo quando coloravo gli album da edicola da piccola.

Oggi è uscito il sesto episodio che parla di donne solo per pura coincidenza. In realtà non avevo calcolato che sarebbe uscito proprio l'8 marzo (chiamasi culo tempismo).
Vabbè dai in realtà doveva uscire ieri (un pochino abbiamo barato), infatti d'ora in poi segnatevi ogni due giovedì - i diari della Nuke - Mammaiuto.it.
E leggetevi gli altri fumetti del sito che ci son dei capolavori che non ve lo immaginate.

sabato 2 marzo 2013

È STATO NESSUNO

Come vi dicevo, per tutto il mese di Marzo, c'è una mostra parecchio figa a Siena.
Se ci passate fate bene, il posto è figo: Bar Il Palio in Piazza del Campo , e i lavori sono altrettanto fighi.



Otto autori, otto canti dell'Odissea.
Mi hanno detto: carta bianca, Nuke, carta bianca.
E come potevo dire di no.





martedì 26 febbraio 2013

Bilbolbul 2013



Ho sempre sentito parlare (poco) di questo festival e alla fine niente, sono andata.
Mi spallo un sacco a parlarvi di mostre eccetera, scusate. Sono emotiva lo sapete, e quindi vi devo parlare di tutt'altro.

Andare a Bologna per me è sempre un evento bello, vado alla Magione Van Stukk, che è il mio posto preferito in assoluto, pieno di fogli, ratti (domestici), pennelli, ecoline, fumetti, tazze e tisane. Il Grillotti cucina che pare averci le mani benedette, ed è sostenitore dell'unto, della ciccia e della pelle del pollo, e la Sara mi ispira un sacco per la mia trasformazione da ragazzetta coi jeans strappati in donna di stile. Oltre a tutto il resto che riguarda i fumetti, ovvio. Sanno entrambi il fatto loro, mi fanno vedere i loro sketchbook e mi fanno venire un'incredibile voglia di fare e scrivergli cose da disegnare.

Bologna stavolta ci ha regalato una nevicata della madonna, in cui ho zampettato e in cui mi sono rotolata fino a rasentare il ridicolo, e fino a scoprire che le Dr Martens, ahimè, non sono utilizzabili sempre e comunque ed in qualsiasi situazione, ma dopo un po', come qualcuno mi ha fatto notare, fanno una fastidiosissima melmetta sul fondo. Però ecco, quantomeno non sono mai caduta, il che ha dello straordinario.


Ho parlato un sacco, instancabilmente, di tutto con un sacco di gente bella. Ho raccontato storie, ho raccontato scemenze prive di senso, ho ascoltato una storia pazzesca che ci volevano un camino acceso ed una tazza di tè, ma anche sotto la neve è stato bello. Ho visto una mostra (di Mattotti) che mi ha trascinata in una dimensione parallela, fatta di disegni lunghi chilometri che mi inchiodavano al pavimento, che più li guardavo e più spuntavano cose e segni, in questa sorta di bolla con le luci basse e la musica strana. Una volta uscita mi c'è voluto qualche minuto di silenzio per uscire dal torpore e tornare nel mondo reale.

Sabato sono stata tutto il giorno con i ragazzi di Inuit, tra cui la mia nuova BFF (best friend forevah) Came, a dare una mano allo stand in Sala Borsa, ed è venuto a trovarmi Marco che è un hipster adorabile e sono pazza di lui, soprattutto perché poi mi scrive le cose belle su Red, e compra i fumetti che gli consiglio.
Ho conosciuto un altro Mammaiuto, Nakasone, che è bello timido e strano e la nostra incapacità di attaccare bottone ci ha impedito di parlare.
Ho mancato il Palloni di poche ore ed ho scoperto che il Trinchero a volte è divertente.

[Sala Borsa (e io che mi faccio una cultura in treno) nelle foto hipsterissime della Came]

Le serate sono state devastanti, due sere di fila a far mattina alle Scuderie. La seconda sera mi sono presa una mezza sbronza perché il negroni è irresistibile, e la musica anni 50 mi fa sentire stupida.
La domenica poi si sono visti i risultati, perché non ho capito le altre mostre che ho visto, per colpa del non-dormito e non-mangiato. Ma posso dire che la Silvia Rocchi è brava e che le teste di animale in fil di ferro (che non ricordo di chi sono, scusate) sono una cosa che desidero fortissimo.

Il viaggio di ritorno l'ho fatto con la Came che mi sta facendo leggere un sacco di fumetti (ne ho letti veramente ma veramente pochi). Mi ha prestato Phonx di Bacilieri ma arrivata a metà gliel'ho restituito perché è bello ma davvero troppo per me, o almeno non tutto insieme. Mi ha sconvolta. Lo riprenderò più avanti, dopo aver letto cose dolci e carine, sicuramente.

Sono stati giorni davvero belli, ho la sindrome da post-festival del fumetto, quando torni alla realtà e non sai che fare, ti annoi un sacco dopo tutto il tempo occupato a parlare vedere sapere. Troppe informazioni in pochi giorni e troppo poche in tanti giorni.

Sabato sarò a Siena, con Pipporossi, Tommaso Campanini e altra genteggiusta ad una mostra fikissima sull'Odissea, intitolata: E' STATO NESSUNO. Siateci!
L'inaugurazione è giovedì 28!



Ah! Flashfumetto mi ha messo in un libro, edito da Kappa Edizioni, con un racconto in cui parlo male dei pisani. Si chiama "Perdersi a... / Esplorazioni urbane a fumetti" e raccoglie alcuni lavori veramente interessanti.



lunedì 11 febbraio 2013

RISTRUTTURAZIONE

Eccoci.
Tutto su Nuke s'è rinnovato.
Come vedete ci sono tante novità, tutte atte a farmi dare un tono più serio.
Il tocco di spocchiosità l'ho dato aggiungendo, tra le varie schede, quella "Eventi" che serve a capire un po' cosa faccio e dove vado.
Ad esempio ho due mostre attualmente in corso, una a Firenze in un salone di parrucchieri, e una a Pescia, dal buon Gori della Libreria l'Elefante.
Se avete voglia di farci un salto io ci sarò esattamente questo sabato 16 Febbraio, al secondo giorno del Mammut, dove disegneremo, parleremo di fumetti e di hipsters, ascolteremo bella musica e berremo grappa.
Altrimenti ci vediamo al Bilbolbul di Bologna i prossimi sabato e domenica, 23 e 24 Febbraio, dove sarò un po' a giro e un po' in Sala Borsa a dare una mano.

Altre cose che voglio evidenziarvi: nella colonna di destra trovate due simpatici bannerini, dove potete leggere due serie che sto portando avanti.
La prima è "I diari della Nuke" su Mammaiuto.it e l'altra uscirà a breve (qua sotto l'anteprima di una vignetta del primo episodio) su un altro sito di fumetti aggratis.



Insomma, sembra che sto qui a pettinare le bambole sui social networks ma invece mi mantengo attiva!

Bacini
Nuke